La descrizione delle principali prove effettuate è la seguente:

 

Test del fumo: verifica visiva, utilizzando un generatore di fumo di tipo "show", dell'aspetto qualitativo del flusso di estrazione (assenza di perdite, zona morta, effetti di bordo controllati, interferenze con gli altri attrezzatura da laboratorio, ...)

 

Mappatura della velocità anteriore: misure in diversi punti della velocità dell'aria frontale:

• XP X 15-203 standard: 9 punti

• NF EN 14175 standard: numero di punti in base alla larghezza della cappa, tipicamente 12 o 15 punti

Questa mappatura viene effettuata con un sistema di anemometria in 9 o 15 punti simultanei, sviluppati appositamente per il controllo delle cappe chimiche.

 

Misura della velocità ambiente: misurazione del flusso d'aria vicino alla cappa. Questi flussi possono essere all'origine di disturbi che interrompono il corretto funzionamento della cappa. Questi flussi sono direttamente collegati all'ambiente aeraulico della cappa: configurazione della stanza, impianto della cappa chimica, posizionamento delle bocchette di soffiaggio, ecc.

Questa misurazione viene eseguita con un anemometro omnidirezionale (anemometro "a sfera calda").

 

Misura del flusso d'aria di estrazione: misurazione della velocità di estrazione della cappa per il controllo delle caratteristiche aerauliche dell'impianto e fornire un elemento di confronto per le ispezioni periodiche future. Secondo NF EN 14175-4, è possibile eseguire tre metodi in base alla configurazione di impianto della cappa.

 

Misura del contenimento del gas tracciante SF6:

Il principio del test consiste in:

• Generare un gas tracciante SF6 in vari punti specificati nel piano di misurazione interno dell'apertura della cappa mobile a una portata controllata.

• Raccogliere campioni di gas dall'atmosfera nei punti specificati del piano di misurazione interno corrispondente all'apertura frontale e misurare la concentrazione media del gas tracciante di SF6 in quell'area.

Questa concentrazione di gas tracciante indica le perdite all'apertura della cappa. La misura di contenimento è il criterio più decisivo per il processo di validazione e implementazione del file di installazione dei cappucci di laboratorio. La misura di contenimento definisce con precisione le velocità di backscattering del volume interno della cappa chimica verso il suo ambiente di impianto, questa misura consente di quantificare le possibili perdite di prodotti tossici utilizzati nel volume di lavoro delle cappe chimiche.